Benessere Diete Medicina Salute
La cavitazione medica per eliminare il grasso in eccesso

cavitazione medicaSe volete eliminare il grasso corporeo in eccesso, sappiate che esiste una tecnica chiamata cavitazione medica che vi consente di farlo. Di che cosa si tratta e come funziona? La cavitazione medica consiste in un trattamento non chirurgico che riduce lo spessore adiposo corporeo, in qualunque zona dell’organismo, per mezzo degli ultrasuoni.Proprio gli ultrasuoni consentono di combattere l’accumulo di grasso localizzato eliminando le singole cellule di adipe. Essendo una procedura non invasiva, la cavitazione è molto apprezzata da numerose persone e sempre più diffusa. Inventata nel 1988 dal professor Ceccarelli e conosciuta un tempo con l’acronimo di ILCUS, oggi la cavitazione medica avviene per mezzo di una apposita macchina tutelata da brevetto che lancia ultrasuoni a frequenza bassa nelle zone corporee dove si accumulano i cuscinetti di grasso, agendo per mezzo di fenomeni termici e di cavitazione, da cui il nome. Essa favorisce l’implosione delle cellule adipose.

Il trattamento non dura molto, all’incirca mezz’ora. Una volta terminata la cavitazione medica il paziente deve bere molta acqua e usare l’apposita guaina che comprime la zona trattata.

La cavitazione medica, non invasiva e non dolorosa, produce i primi effetti visibili a partire dalla quarta seduta in genere, ed ha tanto più effetto se viene utilizzata assieme ad un regime alimentare consono e all’attività fisica.
Grazie alla presenza di strumenti tecnologici e sicuri, questo trattamento è sempre più diffuso anche fra gli scettici, ma è sempre meglio rivolgersi al proprio medico prima di fare la cavitazione medica, in quanto potrebbero esserci controindicazioni.

Una seduta di cavitazione medica, in genere, si aggira sui 100 euro come costo, anche se spesso vengono fatti degli sconti per acquisto di pacchetti. Efficace e non dolorosa, la cavitazione medica permette di snellire il girovita in tempi relativamente brevi e con risultati assai soddisfacenti.

Lascia un commento