Lenograstim e molgramostim dopo un regime chemioterapico specifico per la malattia.

La mobilizzazione consisteva in ciclofosfamide ad alte dosi in 45 casi (44%) e cisplatino/ifosfamide/etoposide o vinblastina in 22 (21%) e quindi randomizzazione a filgrastim o lenograstim o molgramostim a 5 μg/kg/die. Centotre pazienti sono stati randomizzati e 82 (79%) sono stati sottoposti ad aferesi. Quarantaquattro (43%) pazienti sono stati trattati con chemioterapia, mentre 59 (57%) sono stati pretrattati. È stato eseguito un numero mediano di un’aferesi per paziente (intervallo 1-3). Il numero mediano di cellule CD34+ ottenute dopo la mobilizzazione era 8,4 x 10 (6)/kg nel braccio filgrastim rispetto a 5,8 x 10 (6)/kg nel braccio lenograstim e 4,0 x 10 (6)/kg nel braccio lenograstim molgramostim (P = 0,1).

 

  • C’era una differenza statisticamente significativa nel numero mediano di giorni di somministrazione del fattore di crescita a favore di lenograstim (12 giorni) rispetto a filgrastim (13 giorni) e molgramostim (14 giorni) (P <0,0001) e per il sottogruppo chemioterapico (12 giorni ). giorni) rispetto ai pazienti precedentemente trattati (14 giorni) (P <0,001). Presi insieme, tutti e tre i fattori di crescita sono stati efficaci nel mobilitare le cellule progenitrici del sangue periferico senza differenze statisticamente significative tra la conta delle cellule CD34 + e diversi regimi, ed è probabile che il tempo per l’aferesi sia interrotto da diversi modelli di mobilizzazione.

    Lo scopo di questo studio clinico prospettico non controllato era di studiare l’efficacia e la sicurezza della somministrazione di molgramostim a pazienti con sepsi grave.

    I soggetti erano 20 pazienti in condizioni critiche, ventilati meccanicamente con sepsi grave nell’unità di terapia intensiva (ICU) dell’università. Molgramostim 300 µg sc è stato somministrato ogni 12 ore per 3 giorni. Anche il trattamento della sepsi grave è stato utilizzato come indicato dal punto di vista medico. Nessun evento avverso (clinico o sierochimico) è stato considerato correlato al farmaco. La temperatura (p = 0,334) e il rapporto PaO2/FiO2 (pressione arteriosa di ossigeno/frazione di ossigeno inspiratorio) (p = 0,178) non sono cambiati in modo significativo. La conta totale dei leucociti e dei neutrofili è aumentata significativamente (p <0,001) durante la somministrazione del farmaco.

    La scala di fisiologia acuta semplificata II (SAPS II) non era significativamente aumentata (p = 0,955), ma c’era una diminuzione statisticamente significativa (p = 0,006) a causa dell’insufficienza d’organo correlata alla sepsi (SOFA). La probabilità di morte non differiva statisticamente dalla mortalità a 28 giorni e dalla mortalità per tutte le cause (p = 0,238 e 0,700, rispettivamente). Si sono verificate diminuzioni statisticamente significative (p <0,01) del fattore di necrosi tumorale alfa (TNF-alfa), TNF-RII e interleuchina-2 (IL-2) e aumenti dei livelli di TNF-RI tra il basale e il giorno 3 La terapia intensiva media rimane tale era 40,2 +/- 7,7 giorni.

    In conclusione, la somministrazione di molgramostim potrebbe non influenzare la chimica del siero e il rapporto PaO2/FiO2 potrebbe abbassare il punteggio SOFA, ma non fornire alcun beneficio clinico significativo in termini di esiti del paziente rispetto alla probabilità di morte. Può anche influenzare i livelli sierici dei complessi TNF-alfa, TNF-RI e TNF-RII. Questi cambiamenti possono essere attribuiti al naturale decorso clinico della sepsi o alla terapia utilizzata.

    Effetto di molgramostim, filgrastim e lenograstim nel trattamento dei mielocatetici.

    La proteinosi alveolare autoimmune (aPAP) è una rara malattia polmonare parenchimale caratterizzata da un accumulo di tensioattivo nelle vie aeree con alti livelli di anticorpi del fattore stimolante le colonie di granulociti macrofagi (GM-CSF) nel sangue.

    La malattia porta a insufficienza respiratoria ipossiemica. Il lavaggio del polmone intero (WLL) è considerato una terapia di prima linea, ma la procedura può essere piuttosto impegnativa, soprattutto per i bambini  . Recentemente sono state descritte opzioni terapeutiche alternative per GM-CSF per via inalatoria, ma non c’è consenso sul trattamento standard. Descriviamo qui un caso unico di un paziente di 14 anni che è stato trattato con successo con WLL e poi inalato con molgramostim, un nuovo GM-CSF umano ricombinante (rhGM-CSF).

    La mielocatessia è una forma molto rara di neutropenia ereditaria cronica risultante dalla compromissione del meccanismo di rilascio dei neutrofili nel midollo osseo.

    I fattori stimolanti le colonie di granulociti-macrofagi umani ricombinanti (molgramostim) e granulociti (filgrastim, lenograstim) rilasciano granulociti maturi dal midollo osseo. Descriviamo una donna di 43 anni affetta da mielocatessia, la cui conta assoluta dei neutrofili varia tra 0,03 e 1,35 × 109/l. Nel periodo precedente all’introduzione delle citochine, il paziente ha avuto più di 80 episodi infettivi gravi.

    • Dal 1991, le infezioni di questo paziente sono state trattate con citochine somministrate in combinazione con antibiotici. Inizialmente, stava ricevendo molgramostim a una dose giornaliera di 5 μg/kg per via sottocutanea, che ha stimolato il rilascio di granulociti dal midollo osseo, consentendo così un trattamento efficace dell’infezione.
    • Dopo lo sviluppo dell’ipersensibilità, molgramostim è stato sostituito con filgrastim. Alla fine, il lenograstim è stato messo alla prova. Per tutte e tre le citochine, la conta dei neutrofili del paziente era sempre nel range di normalità già 4 ore  dopo la somministrazione sottocutanea di 5 μg/kg, i livelli di picco dei neutrofili sono stati misurati 24 ore dopo l’iniezione e la conta dei neutrofili era di nuovo vicina al basale 72 ore dopo l’intervento chirurgico.
    • Lieve neutropenia si è verificata 48 ore dopo la somministrazione di filgrastim. Riteniamo che tutte e tre le citochine siano ugualmente efficaci nell’aumentare la conta dei neutrofili venosi nei pazienti con mielocatessia.
    • L’uso di una combinazione di G-CSF e GM-CSF rispetto al solo G-CSF dopo la ciclofosfamide (4 g/m2) è stato confrontato in due studi randomizzati di fase III che hanno coinvolto 120 pazienti.
    • Nello studio A, 60 pazienti hanno ricevuto 5 x 2 µg/kg/giorno di G-CSF e GM-CSF rispetto a 5 µg/kg/giorno di G-CSF. Nello studio B, 60 pazienti hanno ricevuto 2,5 x 2 μg/kg/giorno di G-CSF e GM-CSF rispetto al solo G-CSF (5 μg/kg/giorno). Per raccogliere un minimo di 5 x 10 (6)/kg di cellule CD34 in un massimo di tre leucoaferasi ad alto volume (LK), nello Studio A sono state eseguite 123 LK, mostrando un numero molto più elevato di pazienti che hanno raggiunto 10 x 10 (6)/kg Cellule CD34 (21/29 nel braccio G + GM-CSF vs 11/27 nel braccio G-CSF, p = 0,00006).

GM-CSF (Granulocyte-Macrophage Colony-Stimulating Factor) GMP, CF

PR15123CF Neuromics 50 ug 1889 EUR

Filgrastim (rHuG-CSF)

rHuG-CSF Amyotop 300µg/vial 225 EUR

GM-CSF, Human

HY-P7016A MedChemExpress 50ug 441 EUR

GM-CSF, Mouse

HY-P7361 MedChemExpress 50ug 497 EUR

His-GM-CSF

E13-010-1 EnoGene 10μg 291 EUR

His-GM-CSF

E13-010-2 EnoGene 50μg 700 EUR

GM-CSF/CSF2

E21-C79 EnoGene 10ug 343 EUR

GM - CSF Human

PR27068 Neuromics 2 ug 191 EUR

GM - CSF Rat

PR27071 Neuromics 2 ug 148 EUR

GM - CSF Sf9

PR27072 Neuromics 2 ug 148 EUR

GM - CSF Mouse

PR27074 Neuromics 2 ug 191 EUR

GM-CSF, Human

LF-P0278 Abfrontier 10 ug 270 EUR

GM-CSF, Human

LF-P0278A Abfrontier 100 ug 1811 EUR

GM-CSF Antibody

5100-100 Biovision 316 EUR

GM-CSF Antibody

5100-30T Biovision 146 EUR

GM-CSF Antibody

5101-100 Biovision 316 EUR

GM-CSF Antibody

5101-30T Biovision 146 EUR

anti-GM-CSF

YF-PA11125 Abfrontier 100 ug 403 EUR

GM-CSF antibody

70-GR30 Fitzgerald 50 ug 298 EUR

GM-CSF antibody

70R-GR026 Fitzgerald 50 ug 273 EUR

GM-CSF protein

30R-AG014 Fitzgerald 5 ug 133 EUR

GM-CSF protein

30R-AG016 Fitzgerald 50 ug 529 EUR

GM-CSF protein

30R-AG022 Fitzgerald 20 ug 273 EUR

rHu G-CSF

AK8270-0002 Akron Biotech 2µg Ask for price

rHu G-CSF

AK8270-0010 Akron Biotech 10µg Ask for price

rHu G-CSF

AK8270-0100 Akron Biotech 100µg Ask for price

rHu G-CSF

AK8270-1000 Akron Biotech 1mg Ask for price

rHu GM-SCF (cGMP)

AK8341-0150 Akron Biotech 150ug Ask for price

rHu GM-SCF (cGMP)

AK8341-0200 Akron Biotech 200ug Ask for price

GMP IL4, 50µg

04-GMP-HU-IL4-50UG Gentaur Genprice 50µg 483 EUR

GM-CSF, Rhesus Macaque

HY-P7184 MedChemExpress 10ug 234 EUR

GM-CSF Polyclonal Antibody

ES8638-100ul ELK Biotech 100ul 279 EUR

GM-CSF Polyclonal Antibody

ES8638-50ul ELK Biotech 50ul 207 EUR

Human GM-CSF Protein

abx060156-100ug Abbexa 100 ug 578 EUR

Human GM-CSF Protein

abx060239-100ug Abbexa 100 ug 578 EUR

Human GM-CSF Protein

abx060789-20ug Abbexa 20 ug 453 EUR

GM-CSF Blocking Peptide

20-abx064143 Abbexa
  • 272.00 EUR
  • 411.00 EUR
  • 1 mg
  • 5 mg

GM-CSF (17-31)

5-01233 CHI Scientific 4 x 1mg Ask for price

GM-CSF (96-112)

5-01234 CHI Scientific 4 x 1mg Ask for price

GM-CSF Polyclonal Antibody

ABP58647-003ml Abbkine 0.03ml 158 EUR

GM-CSF Polyclonal Antibody

ABP58647-01ml Abbkine 0.1ml 289 EUR

GM-CSF Polyclonal Antibody

ABP58647-02ml Abbkine 0.2ml 414 EUR

Anti-GM-CSF antibody

STJ98701 St John's Laboratory 200 µl 197 EUR

Anti-GM-CSF antibody

STJ98113 St John's Laboratory 100 µl 234 EUR

Mouse GM-CSF Antibody

32865-05111 AssayPro 150 ug 261 EUR

Human GM-CSF Antibody

32934-05111 AssayPro 150 ug 261 EUR

anti- GM-CSF antibody

FNab03520 FN Test 100µg 548.75 EUR

Polyclonal GM-CSF Antibody

APR00257G Leading Biology 0.1mg 484 EUR

Polyclonal GM-CSF Antibody

APR00258G Leading Biology 0.1mg 484 EUR

Polyclonal GM-CSF Antibody

APR00259G Leading Biology 0.05mg 484 EUR

GM - CSF Human Pichia

PR27070 Neuromics 2 ug 148 EUR

Recombinant Human GM-CSF

SJA01-03 Cusabio 10µg/vial 285 EUR

GM-CSF, human recombinant

P1012-.1 ApexBio 100 µg 1017 EUR

GM-CSF, murine recombinant

P1013-.1 ApexBio 100 µg 1017 EUR

GM-CSF, murine recombinant

P1013-1 ApexBio 1 mg 4226 EUR

GM-CSF, rat recombinant

P1014-.1 ApexBio 100 µg 1017 EUR

GM-CSF, rat recombinant

P1014-1 ApexBio 1 mg 4852 EUR

GM-CSF (17-31)

H-3436.0001 Bachem 1.0mg 441 EUR

GM-CSF (17-31)

H-3436.0005 Bachem 5.0mg 1675 EUR

GM-CSF (96-112)

H-3442.0001 Bachem 1.0mg 466 EUR

GM-CSF (96-112)

H-3442.0005 Bachem 5.0mg 1772 EUR

rec GM-CSF (murine)

H-7380.0005 Bachem 5.0µg 264 EUR

rec GM-CSF (murine)

H-7380.0010 Bachem 10.0µg 381 EUR

rec GM-CSF (murine)

H-7380.0020 Bachem 20.0µg 724 EUR

GM-CSF, human recombinant

P1012-.01 ApexBio 10 µg 313 EUR

GM-CSF, human recombinant

P1012-1 ApexBio 1 mg 4226 EUR

GM-CSF, murine recombinant

P1013-.01 ApexBio 10 µg 313 EUR

GM-CSF Polyclonal Antibody

46884-100ul SAB 100ul 252 EUR

GM-CSF Polyclonal Antibody

46884-50ul SAB 50ul 187 EUR

GM-CSF, human recombinant

4100-10 Biovision 256 EUR

GM-CSF, human recombinant

4100-100 Biovision 729 EUR

GM-CSF, human recombinant

4100-1000 Biovision 3312 EUR

GM-CSF, murine recombinant

4101-10 Biovision 256 EUR

GM-CSF, murine recombinant

4101-100 Biovision 729 EUR

GM-CSF, murine recombinant

4101-1000 Biovision 3312 EUR

GM-CSF, rat recombinant

4102-10 Biovision 256 EUR

GM-CSF, rat recombinant

4102-100 Biovision 805 EUR

GM-CSF, rat recombinant

4102-1000 Biovision 3801 EUR

GM-CSF, Porcine Recombinant

P1561-10 Biovision 10 µg 156 EUR

GM-CSF, Porcine Recombinant

P1561-50 Biovision 50 µg 551 EUR

Recombinant Human GM-CSF

SJA01-04 Amyotop 50µg/vial 705 EUR

Recombinant Mouse GM-CSF

SJF05-01 Amyotop 10µg/vial 256 EUR

Recombinant Mouse GM-CSF

SJF05-02 Amyotop 50µg/vial 575 EUR

Anti-GM-CSF (2G9)

YF-MA12564 Abfrontier 100 ug 363 EUR

Anti-GM-CSF (1D6)

YF-MA12565 Abfrontier 100 ug 363 EUR

Anti-GM-CSF (3A6)

YF-MA12566 Abfrontier 100 ug 363 EUR

Anti-GM-CSF (3G3)

YF-MA12567 Abfrontier 100 ug 363 EUR

Anti-GM-CSF (3F7)

YF-MA12568 Abfrontier 100 ug 363 EUR

Anti-GM-CSF (2A8)

YF-MA12569 Abfrontier 100 ug 363 EUR

Anti-GM-CSF (3G10)

YF-MA12570 Abfrontier 100 ug 363 EUR
    • Nello studio B, 109 LK sono stati eseguiti con risultati simili (10/27 vs 15/26, p = 0,003). In entrambi gli studi, la raccolta totale di cellule CD34/kg era due volte più alta nel gruppo G-CSF più GM-CSF (18,3 x 10 (6) nello studio A e 15,85 x 10 (6) nello studio B) rispetto al gruppo G gruppo – gruppo CSF ​​(9 x 10 (6) nello studio A e 8,1 x 10 (6) nello studio B), differenza significativa osservata solo nel mieloma multiplo, nessuna differenza significativa nelle cellule di mieloma mobilizzato tra G-CSF e GM – gruppi CSF .

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Post

Concanavalin AConcanavalin A

Properties Sterility: aseptically processed Quality level: 200, Writes: Type IV-S Product line: Bioreactive Form: lyophilized powder Application(s) cell culture | mammal: suitable Impurities salt (contains buffer salts and NaCl) Solubility