La pre-iniezione di pesce zebra ( Danio rerio ) tnfb L’anticorpo policlonale riduce la mortalità di Vibrio vulnificus Pesce zebra infetto

Il fattore di necrosi tumorale (TNF) svolge un ruolo importante in una tempesta di citochine infiammatorie. L’eccessiva secrezione di TNF da parte dell’ospite in risposta all’infezione aggrava la malattia. Il livello di espressione del TNF è correlato positivamente con la mortalità causata da alcune infezioni batteriche. Pertanto, l’uso di anticorpi TNF può alleviare l’infiammazione per resistere alle infezioni batteriche. La funzione dell’anticorpo di pesce TNF-b nell’infezione batterica non è ancora chiara.
In questo studio, sono stati stabiliti modelli di infezione del ceppo Vibrio vulnificus FJ03-X2 con elevata patogenicità e forte virulenza nella linea cellulare di fibroblasti di zebrafish ( Danio rerio ) (cellule ZF4) e zebrafish . Il gene Zebrafish tnfb ( Zetnf-b ) è stato clonato ed espresso da Escherichia coli BL21 (DE3) ed è stato preparato l’anticorpo policlonale Zetnf-b.
Pre-iniezione di anticorpo policlonale Zetnf-b e AG-126 prima dell’infezione con V. vulnificus potrebbe aumentare il tasso di sopravvivenza del pesce zebra rispettivamente del 36,6 e del 46,7%. La pre-iniezione dell’anticorpo policlonale Zetnf-b potrebbe ridurre efficacemente la mortalità del pesce zebra infetto da V. vulnifico . Pertanto, la terapia con anticorpi policlonali TNF potrebbe essere considerata una strategia efficace per controllare Vi. vulnificus nel pesce.

Modulating immune responses to AAV by expanded polyclonal T-regs and capsid specific chimeric antigen receptor T-regulatory cells

 

Immune responses to adeno-associated virus (AAV) capsids limit the therapeutic potential of AAV gene therapy. Herein, we model clinical immune responses by generating AAV capsid-specific chimeric antigen receptor (AAV-CAR) T cells. We then modulate immune responses to AAV capsid with AAV-CAR regulatory T cells (Tregs). AAV-CAR Tregs in vitro display phenotypical Treg surface marker expression, and functional suppression of effector T cell proliferation and cytotoxicity.

In mouse models, AAV-CAR Tregs mediated continued transgene expression from an immunogenic capsid, despite antibody responses, produced immunosuppressive cytokines, and decreased tissue inflammation. AAV-CAR Tregs are also able to bystander suppress immune responses to immunogenic transgenes similarly mediating continued transgene expression, producing immunosuppressive cytokines, and reducing tissue infiltration. Taken together, AAV-CAR T cells and AAV-CAR Tregs are directed and powerful immunosuppressive tools to model and modulate immune responses to AAV capsids and transgenes in the local environment.

 

Valutazione non clinica della sicurezza e biodistribuzione in vivo di CoviFab, un frammento F (ab ‘) 2 specifico per RBD derivato da anticorpi policlonali equini

 

La sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2) ha richiesto lo sviluppo urgente di nuove terapie, tra le quali è contemplata l’immunoterapia passiva. CoviFab (INM005) è un frammento F (ab ‘) 2 specifico per RBD derivato da anticorpi policlonali equini. Indaghiamo la loro sicurezza preclinica e biodistribuzione mediante imaging NIR in vivo ed ex vivo dopo somministrazione endovenosa di una dose di 4 mg / kg a tempo 0 e 48 h.
Le immagini sono state scattate a 1, 12, 24, 36, 48, 49, 60, 72, 84, 96, 108, 120, 132 e 144 h dopo la prima iniezione endovenosa. A 96 e 144 h, i topi sono stati sacrificati per ematologia, sierochimica, patologia clinica, istopatologia e imaging ex vivo. Il profilo di biodistribuzione era simile in tutti gli organi studiati, con la massima fluorescenza a 1 h dopo ogni iniezione, diminuendo gradualmente dopo quella e fino alla fine dello studio (144 h).
Lo studio tossicologico non ha rivelato cambiamenti significativi nei parametri ematologici e sierici. Inoltre, non ci sono stati cambiamenti nell’esame macroscopico e istologico degli organi. I dati non clinici dell’attuale studio confermano che CoviFab è sicuro, senza effetti avversi osservabili nei topi. Inoltre, confermiamo che gli studi di bioimaging sono un approccio utile negli studi preclinici per determinare la biodistribuzione.

Aptameri policlonali per l’etichettatura a fluorescenza specifica e la quantificazione del batterio intestinale umano rilevante per la salute Parabacteroides distasonis 

Gli aptameri di DNA a filamento singolo come molecole di affinità per il rilevamento rapido e affidabile dei batteri intestinali sono di particolare interesse per dotare i sistemi sanitari di nuovi strumenti diagnostici robusti ed economici per monitorare il successo delle strategie di integrazione con batteri intestinali probiotici selezionati nella lotta contro i principali minacce, come l’obesità e le malattie neurodegenerative.
Il batterio intestinale umano Parabacteroides distasonis ( P. distasonis ) è positivamente associato a malattie come l’obesità, la steatosi epatica non alcolica e la sclerosi multipla con una conta cellulare ridotta in queste malattie . ed è quindi un promettente potenziale batterio probiotico per la futura integrazione microbica. In questo articolo riportiamo l’evoluzione di una specifica libreria di aptameri policlonali da parte del FluCell-SELEX a base di fluorescenza diretto contro cellule intere di P. distasonis che lega ed etichetta in modo specifico ed efficiente P. distasoni .
La libreria di aptamer ha mostrato un’elevata affinità di legame ed era adatta a discriminare quantitativamente P. distasonis da altri importanti batteri intestinali anche in miscele. Riteniamo che questa libreria contro un promettente batterio probiotico come prototipo possa aprire nuove strade verso lo sviluppo di nuovi biosensori per il monitoraggio quantitativo facile ed efficiente dell’abbondanza microbica nei microbiomi umani in generale.

Preparazione e identificazione dell’anticorpo policlonale di ratto contro la proteasi principale SARS-CoV-2 (Mpro)

 

Obiettivo Per studiare le funzioni immunologiche della proteasi principale SARS-CoV-2 (Mpro) nella malattia da coronavirus 2019 (COVID-19), è stato sviluppato un anticorpo policlonale contro Mpro. Metodi Un gene Mpro SARS-CoV-2 ottimizzato per codone è stato sintetizzato e ligato in un vettore pET-28a per la costruzione di un plasmide ricombinante denominato pET-28a-Mpro. Successivamente, questo plasmide è stato trasformato in cellule competenti di E.coli Rosetta (DE3) per l’espressione di Mpro in condizioni ottimizzate, e quindi Mpro è stato purificato utilizzando una colonna chelante HisTrap.
L’Mpro purificato è stato utilizzato come immunogeno per inoculare i ratti e il siero è stato raccolto dopo il terzo ciclo di immunizzazione. Il titolo, la selettività e la sensibilità dell’anticorpo policlonale contro Mpro sono stati analizzati utilizzando l’analisi ELISA e Western blot. Risultati È stata determinata una condizione di espressione ottimizzata nelle cellule di E.coli per Mpro e l’Mpro ricombinante è stato purificato mediante una colonna chelante HisTrap.
L’analisi ELISA e Western blot ha dimostrato che l’anticorpo policlonale altamente sensibile contro Mpro ha riconosciuto in modo speciale l’Mpro ricombinante e il titolo ha raggiunto 1: 256 000. Conclusione L’anticorpo policlonale altamente specifico contro SARS-CoV-2 Mpro è stato preparato con successo, che pone un fondamento sperimentale per studiare la funzione immunologica di Mpro in COVID-19.

Produzione e caratterizzazione di anticorpi policlonali e monoclonali della proteina poriforme della lampreda

 

Nella lampreda vertebrata senza mandibola più primitiva, la citotossicità complemento-dipendente regolata dai recettori linfocitari variabili (VLR) gioca un ruolo importante nell’immunità adattativa. I nostri studi precedenti hanno dimostrato che la proteina che forma i pori della lampreda (LPFP) ha agito come effettore terminale del VLR per lisare e uccidere le cellule bersaglio.
Qui, la proteina GST-LPFP ricombinante è stata espressa e purificata nel sistema di espressione procariotica e quindi utilizzata come immunogeno per produrre l’anticorpo monoclonale di topo e l’anticorpo policlonale di coniglio. Con questi anticorpi, abbiamo dimostrato che LPFP esisteva come omodimero nel siero di lampreda e poteva essere reclutato nella membrana delle cellule bersaglio dopo la stimolazione. In conclusione, gli anticorpi che abbiamo prodotto potrebbero riconoscere specificamente la proteina LPFP, che potrebbero essere gli strumenti utili per studiare ulteriormente il meccanismo di formazione dei pori di LPFP.

Polyclonal PPARG polyclonal antibody

AMR09486G Leading Biology 0.05mg 633.6 EUR

Polyclonal PIWIL2 polyclonal antibody

APR17846G Leading Biology 0.1ml 580.8 EUR

Polyclonal FKBP51 polyclonal antibody

APR15992G Leading Biology 0.1ml 580.8 EUR

Polyclonal ACTL6B polyclonal antibody

AMM05547G Leading Biology 0.1ml 580.8 EUR

Polyclonal JARID2 polyclonal antibody

AMM06027G Leading Biology 0.05ml 580.8 EUR

Polyclonal JARID2 polyclonal antibody

APR12450G Leading Biology 0.1ml 580.8 EUR

Polyclonal JMJD2c polyclonal antibody

APR00375G Leading Biology 0.05ml 580.8 EUR

Polyclonal JMJD2c polyclonal antibody

APR00450G Leading Biology 0.1ml 580.8 EUR

Polyclonal LYDG10 polyclonal antibody

APR00456G Leading Biology 0.1ml 580.8 EUR

Polyclonal ZMYND8 polyclonal antibody

AMM08559G Leading Biology 0.1ml 580.8 EUR

Polyclonal AKR1B10 Polyclonal Antibody

APG01659G Leading Biology 0.1mg 580.8 EUR

Polyclonal FGF-1 Polyclonal Antibody

APR00423G Leading Biology 0.1mg 580.8 EUR

Polyclonal p53K372me1 polyclonal antibody

APR00440G Leading Biology 0.05mg 633.6 EUR

Polyclonal RFX-AP polyclonal antibody

APR00441G Leading Biology 0.05mg 633.6 EUR

Polyclonal AntibodyPC1 Polyclonal Antibody

E-AB-65139-120uL Elabscience Biotech 120uL 320 EUR

Polyclonal AntibodyPC1 Polyclonal Antibody

E-AB-65139-200uL Elabscience Biotech 200uL 530 EUR

Polyclonal AntibodyPC1 Polyclonal Antibody

E-AB-65139-60uL Elabscience Biotech 60uL 200 EUR

Polyclonal AntibodyPC1 Polyclonal Antibody

E-AB-65139-each Elabscience Biotech each Ask for price

Polyclonal EIF2C1/2 polyclonal antibody

APR00453G Leading Biology 0.1ml 580.8 EUR

Polyclonal TGF-beta3 Polyclonal Antibody

APG00008G Leading Biology 0.1mg 580.8 EUR

Polyclonal sRANK Ligand Polyclonal Antibody

APR00294G Leading Biology 0.1mg 580.8 EUR

Polyclonal Smc3K112/113ac polyclonal antibody

APR00454G Leading Biology 0.1ml 580.8 EUR

Polyclonal AntibodyP2 Rabbit Polyclonal Antibody

ES10016-100ul ELK Biotech 100ul 124 EUR

Polyclonal AntibodyP2 Rabbit Polyclonal Antibody

ES10016-50ul ELK Biotech 50ul 74 EUR

Polyclonal AntibodyP4 Rabbit Polyclonal Antibody

ES10017-100ul ELK Biotech 100ul 124 EUR

Polyclonal AntibodyP4 Rabbit Polyclonal Antibody

ES10017-50ul ELK Biotech 50ul 74 EUR

Polyclonal AntibodyP1 Rabbit Polyclonal Antibody

ES11752-100ul ELK Biotech 100ul 124 EUR

Polyclonal AntibodyP1 Rabbit Polyclonal Antibody

ES11752-50ul ELK Biotech 50ul 74 EUR

Polyclonal AntibodyP5 Rabbit Polyclonal Antibody

ES4829-100ul ELK Biotech 100ul 124 EUR

Polyclonal AntibodyP5 Rabbit Polyclonal Antibody

ES4829-50ul ELK Biotech 50ul 74 EUR

Polyclonal AntibodyP3 Rabbit Polyclonal Antibody

ES6454-100ul ELK Biotech 100ul 124 EUR

Polyclonal AntibodyP3 Rabbit Polyclonal Antibody

ES6454-50ul ELK Biotech 50ul 74 EUR

Polyclonal Runx1/AML1-ETO polyclonal antibody

APR00371G Leading Biology 0.05ml 580.8 EUR

Rabbit polyclonal anti-IL-19 Polyclonal antibody

TA319096 Origene Technologies GmbH 100 µg Ask for price

Rabbit Polyclonal AntibodyPC4 Rabbit Polyclonal Antibody

54946 SAB 100ul 439 EUR

Rabbit Polyclonal AntibodyPC1 Rabbit Polyclonal Antibody

53940 SAB 100ul 439 EUR

Rabbit Polyclonal Anti-LPP rabbit polyclonal antibody

TA351364 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-TPR rabbit polyclonal antibody

TA351467 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-RORA rabbit polyclonal antibody

TA351609 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-BAG4 rabbit polyclonal antibody

TA351743 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-SSX5 rabbit polyclonal antibody

TA351758 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-TGM7 rabbit polyclonal antibody

TA351848 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-SRPX rabbit polyclonal antibody

TA350419 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-STX7 rabbit polyclonal antibody

TA350469 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-STX8 rabbit polyclonal antibody

TA350470 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-NOX5 rabbit polyclonal antibody

TA350234 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-CERS3 rabbit polyclonal antibody

TA351342 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-LLGL2 rabbit polyclonal antibody

TA351357 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-PSMB8 rabbit polyclonal antibody

TA351358 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Rabbit Polyclonal Anti-LONP1 rabbit polyclonal antibody

TA351359 Origene Technologies GmbH 100 µl Ask for price

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Post

Level of Adiponectin, Leptin and Selected Matrix Metalloproteinases in Female Overweight Patients with Primary Gonarthrosis

Livello di adiponectina, leptina e metalloproteinasi della matrice selezionate in pazienti in sovrappeso di sesso femminile con gonartrosi primariaLivello di adiponectina, leptina e metalloproteinasi della matrice selezionate in pazienti in sovrappeso di sesso femminile con gonartrosi primaria

L’obiettivo di questa ricerca era valutare i range di adiponectina (ACRP-30) e  leptina  nel siero e nel liquido sinoviale (SF) di donne obese con gonartrosi maggiore (GOA) e ricercare le loro correlazioni